Finanziamenti per scuole innovative, palestre e mense per i comuni delle regioni del sud

Sono stati pubblicati sul sito del Ministero dell’istruzione due avvisi rivolti ai comuni ricompresi nelle Regioni cosiddette “meno sviluppate” e “in transizione” (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).

Il primo avviso è riservato ai comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti ed è finalizzato alla costruzione di un edificio innovativo da destinare a scuola dell’infanzia o a polo d’infanzia, scuola primaria o secondaria di primo grado ovvero a un istituto comprensivo.
I comuni e/o le unioni di comuni possono chiedere di partecipare al programma, finanziato con investimento di INAIL, nei limiti dello stanziamento previsto per la regione di riferimento e nel limite massimo di 2.200,00 euro al metro quadro di SUL (Superficie utile lorda) comprendente tutte le spese necessarie per la costruzione della nuova scuola, compreso il valore dell’area. Sono escluse le spese di progettazione, di demolizione di eventuali manufatti presenti sull’area oggetto di intervento di nuova costruzione, nonché le spese per l’acquisto di arredi e attrezzature didattiche. L’edificio rimarrà di proprietà INAIL ed i canoni di locazione saranno corrisposti con oneri a carico del Ministero dell’istruzione.
I comuni interessati, tramite il legale rappresentante o suo delegato, devono far pervenire la propria candidatura, utilizzando esclusivamente la piattaforma informatica, pena la non ammissione alla presente procedura, nell’apposita pagina dedicata del sito di edilizia scolastica al seguente link: 
https://www.miur.gov.it/web/guest/-/avviso-n-18796-del-28-giugno-2021  entro e non oltre le ore 15:00 del giorno 6 agosto 2021.

Il secondo avviso è rivolto a tutti  i comuni senza limitazione di popolazione compresi nelle Regioni cosiddette “meno sviluppate” e “in transizione” ed è finalizzato a rendere le palestre e le mense non solo più sicure, ma anche più attrattive e funzionali ai processi di apprendimento: le finalità da perseguire sono, infatti, quelle di incrementare la propensione dei giovani a permanere nei contesti formativi, di ridurre il fenomeno dell’abbandono scolastico, di consentire una più ampia accessibilità agli ambienti e di favorire il tempo pieno.

Ogni candidatura deve essere presentata dall’ente locale con riferimento ad un solo edificio scolastico di propria competenza, nei limiti del massimale di euro 350.000,00 per interventi di adeguamento funzionale e messa in sicurezza impiantistica delle palestre, delle aree di gioco e/o di impianti sportivi adibiti ad uso didattico, e di euro 200.000,00 per interventi di adeguamento funzionale, messa in sicurezza impiantistica e allestimento di mense scolastiche.
I comuni interessati, tramite il legale rappresentante o loro delegato, devono far pervenire la propria candidatura, esclusivamente attraverso il sistema informativo predisposto, accedendo al seguente link: 
http://www.istruzione.it/pon/  e poi all’area dedicata nella piattaforma “Gestione Interventi”, previa richiesta di accreditamento all’area riservata del portale del Ministero dell’istruzione accessibile al link: https://www.miur.gov.it/web/guest/accesso entro e non oltre le ore 15:00 del giorno 5 agosto 2021.

 

 

 

Anci Sardegna

Viale Trieste 6, 09123 Cagliari
NUMERO VERDE 800.39.95.90
Cod.Fisc.: 92016930924 - P.IVA: 02143310924
Codice destinatario fatturazione elettronica: 5RUO82D
mail: protocollo@ancisardegna.it - PEC: ancisardegna@pec.it - Cookie Policy