Disegno di legge 1212 “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni”

Il DDL 1212 “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni” ha ottenuto il via libera dall’aula di Palazzo Madama.

A favore hanno votato 160 senatori, contro 133. Ora il provvedimento tornerà alla Camera.

ANCI Sardegna, a seguito dell’approvazione definitiva, chiederà un incontro all’Assessore agli enti locali, Cristiano Erriu, per concertare la riforma sarda.

Il DDL ha tra gli obiettivi qualificanti il superamento delle province, l’istituzione delle città metropolitane, la promozione delle unioni e delle fusioni tra comuni.

Tra le principali misure contenute nel testo l’istituzione di dieci Città metropolitane (Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Reggio Calabria, alle quali si aggiunge Roma Capitale a cui è dedicato un capitolo a parte del provvedimento visto il suo status di capitale), il trasferimento di alcune delle funzioni delle Province a Comuni e Regioni, la trasformazione degli organi provinciali in enti di secondo grado. Le Province già commissariate continueranno ad esserlo e quelle in scadenza saranno prorogate fino al 31 dicembre 2014. Le nuove Città metropolitane entreranno a pieno regime entro il 1° gennaio 2015.

Tra le novità di interesse dei comuni, anche la possibilità del terzo mandato per i sindaci nei comuni sotto i 3000 abitanti (novità prevista peraltro in Sardegna con L.R. del 2009)

Anci Sardegna

Viale Trieste 6, 09123 Cagliari
Cod.Fisc.: 92016930924 - P.IVA: 02143310924
Tel: 070666798 - Fax: 070660486
mail: protocollo@ancisardegna.it - PEC: ancisardegna@pec.it - Cookie Policy