Emergenza neve: ANCI Sardegna al fianco dei Comuni

neve

Anche stavolta, come accade sempre, i Comuni sono in prima linea a fronteggiare l’emergenza: in questo caso la neve. E, anche stavolta, i Comuni più esposti sono soli. Non è il momento di polemizzare, ma ANCI Sardegna ritiene che i Comuni non devono essere chiamati in causa come responsabili dei disagi. Le dichiarazioni dell’Assessore Regionale dell’Ambiente Donatella Spano sono infelici, ingenerose e sbagliate. I Comuni certamente devono fare la loro parte, ma Stato, Regione e Protezione Civile devono fare la propria. Per liberare dalla neve e dal ghiaccio strade statali e provinciali i Comuni non hanno nè competenze, nè risorse e nè mezzi. Così pure non bastano certo l’allerta meteo e i piani comunali di protezione civile, che pure vanno approvati,  quando un paese, per citare i casi della Barbagia, dell’Ogliastra, del Goceano e della Gallura si trovano davanti a situazioni, senza precedenti, come quella che si sta vivendo in quelle realtà con veri e propri muri di neve e di ghiaccio.

Chiusa l’emergenza sarà necessario che Regione e Protezione Civile, con i Comuni, si siedano a un tavolo per esaminare le criticità emerse, concordare soluzioni efficaci e, soprattutto, garantire agli Enti locali i necessari mezzi, il personale e le risorse necessarie per affrontare situazioni come questa. Risposte specifiche vanno date a pastori e contadini particolarmente colpiti dagli eventi meteorologici.

Pier Sandro Scano

Presidente ANCI Sardegna

Anci Sardegna

Viale Trieste 6, 09123 Cagliari
Cod.Fisc.: 92016930924 - P.IVA: 02143310924
Tel: 070666798 - Fax: 070660486
mail: protocollo@ancisardegna.it - PEC: ancisardegna@pec.it - Cookie Policy